Votare SI al Referendum per il nucleare una prescrizione medica...  [04.06.2011]

Votare SI al Referendum per il nucleare è una prescrizione medica I medici italiani che pensano con la loro testa e conoscono l’importanza di esprimere quello che pensano, potrebbero esplicitamente (su ricettario personale) fare la prescrizione ad ogni loro paziente maggiorenne. 

“Votare SI al referendum per il nucleare” è una prescrizione medica. La cui efficacia epidemiologica è sicuramente maggiore, almeno in prospettiva, di qualsiasi attuale campagna di Medicina sociale preventiva, tipo quelle di vaccinazioni.

Dal punto di vista scientifico, poi - dopo la modifica apportata dalla Cassazione- sembra che l'abrogazione adesso interesserà qualunque futuro progetto di ricerca in campo nucleare. La qualcosa avrà probabilmente ripercussioni anche in vari altri campi industriali e tecnologici, persino in quelli correlati alla Medicina.

Magari fosse così. Sarebbe (finalmente) un'espressione di controllo popolare sugli investimenti e le direzioni di sviluppo nella ricerca scientifica che, da sempre, vengono decisi altrove. Ci sono "ricercatori" che sono preoccupati per questo, perché corrono il rischio di trasferirsi all’estero o di cambiare i loro programmi di ricerca.

Direi che è un rischio che possiamo correre. Un rischio sicuramente più “ragionevole” di quello nucleare.

[invia per email]