Piero Angela assolto: rimane il problema dell'informazione sulla salute  [17.12.2004]
Il 17 dicembre si è tenuta a Catania una conferenza stampa della SIMO, presenti il presidente prof. Ciro D’Arpa ed il dr. Alessandro Pumo, parti civili nel procedimento legale contro il giornalista Piero Angela, ed i loro legali avv. Leda Adamo e avv. Salvatore Ragusa.

Il 10 dicembre la terza sezione d’appello del tribunale di Catania ha assolto Piero Angela dall’accusa di diffamazione aggravata. Il giornalista aveva trasmesso un servizio contro l’Omeopatia (SuperQuark dell’11.7.2000) per il quale era stato rinviato a giudizio per diffamazione aggravata a danno dei medici omeopati. Il processo aveva provato l’esistenza del reato commesso, ma Angela era stato assolto in primo grado per una "causa di giustificazione". La Procura Generale di Catania aveva impugnato tale sentenza, chiedendo invece la condanna dell’imputato. Al di là della attuale sentenza d’appello, di cui si attendono ancora le motivazioni, quello che il processo ha evidenziato è la sostanziale scorrettezza dell'informazione sulla salute e sulle Medicine Non Convenzionali oggi in Italia.
E questo lede un diritto e crea un potenziale danno a milioni di pazienti. I cittadini, i medici ed i giornalisti sono chiamati, in questo campo, ad una presenza costante e attiva.

[invia per email]